Mother Mary Mood

Q&A with Artists



I Mother Mary Mood sono un gruppo grunge/rock italiano che si è formato nel 2009 a San Diego, CA da due fratelli Lorenzo e Filippo Spanò. Di seguito si sono uniti Marco Formosa, Marco Mantini e Alessandro Beltrame. Durante il loro esordio, si sono esibiti in California, Los Angeles, Las Vegas e Messico. I Mother Mary Mood hanno del carattere e non sono una band da prendere alla leggera sia per il loro sound sia per la loro personalità sul palco.
Nel 2009 pubblicano il primo album “Mother Mary Mood” con l’etichetta indipendente romana “Alfa Music – Pop & Roll” contenente i due singoli “Temptation” e “History of a Man”. Con quest’ultimo brano la band verrà poi premiata dalla famosa cantante italiana Paola Turci, vincitrice del Capitalent 2015, concorso promosso da Radio Capital, una delle radio più famose e ascoltate in Italia.
Nel 2010 la band è di nuovo in California e in Nevada per un breve tour esibendosi al “Wasted Spaces Club” all’interno dell’Hard Rock Hotel di Las Vegas.
Nel 2011 i Mother Mary Mood sono una delle dieci band selezionate da Sony Music per la gara finale del concorso “Rock in IdRho”, per aprire il concerto dei Foo Fighters a Milano. Dopo pochi mesi vengono selezionati per esibirsi al “Lunar Independent Music Festival” di Salt Lake City.
Nel 2013 la band torna di nuovo a Los Angeles e San Diego dove si esibisce al “Brick by Brick” e al “Whisky a Go Go”, e dove gira il videoclip di “Legion” il primo singolo del nuovo album “Awakening” uscito a maggio 2014. Nello stesso anno hanno anche prodotto il video di “Swamp Fever”. Due canzoni di “Awakening” (Swamp Fever e Devil’s Haircut) sono state scelte dal regista indipendente Tony Olmos come colonna sonora del film “South of 8” uscito nel 2016.
Nel frattempo il nome della band inizia ad essere conosciuto non solo tra la musica underground ma anche tra diverse agenzie di stampa. La band inizia a rilasciare interviste a diverse riviste nazionali e internazionali come la rivista musicale italiana “Tempi Duri”, la “Hellhound Music”, la “Wall Street International” e la webzine italiana “Qube Music” che ha inserito il nome della band nella Top Ten delle band emergenti 2015. Nello stesso anno i Mother Mary Mood hanno rilasciato interviste alla radio canadese LpRock, ai Litfiba Channel Radio (la radio ufficiale della famosa rock band italiana Litfiba), a Radio Popolare Roma e a Radio Capital. Infine, sono stati ospitati nel programma televisivo “Video Jam” sul canale americano WCCA TV 13 del Massachusetts con il videoclip di “Swamp Fever”.
Nel 2015 Alessandro Beltrame lascia la formazione per assistere la band solo sulla produzione della loro discografia.
In quel periodo, Andrea Magli “Wildcat”, si è unito alla band come batterista.
Nel dicembre 2017 la band ha pubblicato il nuovo singolo “Pusher” che fa parte dell’ultimo album “Antitude” pubblicato nel marzo 2018.
Nello stesso periodo i Mother Mary Mood iniziano una collaborazione con “Radio Rock”, una popolare radio situata a Roma, che ha mandato in onda la maggior parte dei brani del nuovo album “Antitude” per diversi mesi. Per promuovere questo nuovo album la radio ha organizzato un release party al famoso club “Wishlist” dove durante il concerto la band ha girato il video della canzone “Jalapeno”.
In seguito all’uscita di “Antitude”, i Mother Mary Mood sono stati ufficialmente dichiarati come i New Era Grunge Revelation italiani del 2018.
A giugno 2018 i Mother Mary Mood sono stati i principali promotori e organizzatori della prima edizione del festival “BeerRockYou”, un evento di musica rock dove 12 rock band provenienti dall’Italia e da altri paesi europei si sono esibiti davanti a 5000 persone.
Il 30 agosto la band si è esibita al Castel Rock Festival in Liguria dove ha aperto il concerto dei Rezophonic con Mario Riso.
Recentemente sono stati selezionati per la 32° edizione del famoso festival “San Remo Rock”.
Questo gruppo di cinque persone confeziona un vero e proprio sound rock ricco di carattere, in grado di arrivare dritto al cuore di ogni ascoltatore sia con il ritmo sia con le parole. Ciò che rende questa band un grande gruppo rock è l’originalità del sound che non risulta mai banale ed è sempre intriso di passione ed energia. I Mother Mary Mood sono una band con un talento unico che non si vede troppo spesso in questa era del rock contemporaneo.
Al momento la band è in tour in Italia e in Europa per promuovere l’ultimo album “Antitude”.
Nel frattempo, la band sta lavorando al quarto album, con l’obiettivo di pubblicare lo stesso nel 2021.
Anche questa volta i ragazzi si concentreranno su temi di vita reale e affronteranno i bisogni dell’essere umano: dopo il “Risveglio” e la potenza di “Antitude”, i Mother Mary Mood continueranno a lottare per i valori in cui credono ovvero per la Libertà, la Giustizia e l’Uguaglianza.
Come descriveresti il tuo stile?
Alternative rock/Post grunge.
Perché fate quello che fate?
Perché la musica rock è la nostra passione più profonda.
Ambito o talento: cosa conta di più per voi?
Il talento, senza dubbio. Senza di esso, la sola ambizione non porta a nulla. Senza il nostro talento, non saremmo andati lontano.
Cosa vi ispira a creare musica?
È qualcosa che sentiamo dentro e che vogliamo comunicare al mondo esterno a tutti i cosi e non possiamo farne a meno.
Come avete trovato il processo di scouting di Rehegoo?
Siamo soddisfatti.Ci sta piacendo molto perché sembra basato sul tuo reale valore musicale (e non sulla tua capacità di essere allineato al mood “mainstream” del gusto musicale globale).
Come ti sei sentito quando hai firmato il contratto con Rehegoo?
Siamo molto entusiasti! È stato molto bello perché abbiamo percepito di poter avere una vera possibilità per emergere.
Qual è il più grande risultato della vostra carriera finora?
Abbiamo vinto il concorso di Radio Capital in Italia nel 2015 e nel 2018, dopo l’uscita del nostro terzo album “Antitude”, siamo stati dichiarati da Radio Rock (Italia) i New Era Grunge Revelation italiani. Un grande onore!
Qual è stato il più grande ostacolo?
L’industria musicale al giorno d’oggi sembra essere un ostacolo: essere se stessi e suonare la propria musica non sempre significa essere apprezzati dal “grande” pubblico. Tuttavia, non è un indizio per i Mother Mary Mood: ci sentiamo più fortunati perché siamo sempre stati in gradi di mantenere la nostra autenticità continuando a suonare la nostra musica, senza lasciarci influenzare troppo dal mainstream!

Qual è il migliore e il peggiore concerto che avete fatto?
Il nostro miglior concerto finora: Whiskey go-go a L.A. il Peggiore: forse il primo, quando eravamo troppo concentrati su strumenti e tecnicismi, piuttosto che sul sentire il rock che scorreva dentro di noi…
Qual è il vostro peggior e miglior momento vissuto con i vostri fan?
Francamente non abbiamo momenti peggiori: quando siamo insieme come band siamo sempre al TOP e i nostri fan lo sentono! Un’esperienza impressionante è quando ci esibiamo nei nostri spettacoli e i nostri fan cercano di salire sul palco insieme a noi perché vogliono sentirsi parte della band e fare head-banging con noi! Inoltre, il set acustico dei Mother Mary Mood è molto apprezzato dalla nostra fan base: legno, voce profonda, archi e candele sono il giusto mix per creare atmosfere uniche.
Qual è la vostra canzone preferita tra quelle che avete scritto?
Ognuno nella band ha la sua canzone preferita, ma sicuramente tutti amano “History of a Man”.

Scopri di più su Mother Mary Mood:
YouTube: https://www.youtube.com/c/bandmothermarymood
Facebook: https://www.facebook.com/mothermarymood
Instagram: https://www.instagram.com/mothermarymood/
Spotify: https://open.spotify.com/artist/4spRvWN5O9LeoDnFei8L83