Mumba Yachi

Q&A with Artists



Mumba Yachi è un talentuoso musicista nato e cresciuto nella città di Mokambo, al confine tra Zambia e Congo. Oltre ad essere un affermato musicista, performer e attivista, Mumba Yachi lavora nell’industria musicale da oltre 10 anni. La sua musica, popolarmente conosciuta come “Yachi Music”, è nata dalla sua passione per il Panafricanismo, movimento mondiale volto a rafforzare l’identità e l’unione dell’etnia africana. Ogni sua canzone ha infatti come obiettivo quello di educare, informare, incoraggiare e stimolare il suo pubblico alla riflessione oltre che a trasmettere un messaggio di unità e solidarietà.

Come descriveresti il tuo stile musicale?
Il mio stile penso appartenga a quella che comunemente viene definita come musica africana ma con diverse influenze musicali che provengono da tutto il mondo.

Perché fai quello che fai?
Attraverso la mia musica esprimo quello che sono. Questo sono io che realizzo lo scopo della mia vita: creare musica che racchiuda un messaggio potente di solidarietà. Questo è il mio modo di contribuire con qualcosa di positivo per sottolineare la bellezza del mondo.

Ambizione o talento: cosa conta di più per te?
Entrambe le qualità sono molto importanti, si complementano l’un l’altra. Anche se conosco alcuni artisti che hanno più talento che ambizione o viceversa. Ma se hai sia talento che ambizione in egual misura, sei sicuramente più portato ad avere successo.

Cosa ti ispira a creare musica?
Traggo ispirazione da luoghi diversi, dalla natura e dalle sue leggi, dalle persone, oltre che dai suoni unici provenienti da cose diverse o dalle musiche che fanno parte della tradizione di culture differenti.

Come ti sei sentito quando hai firmato il contratto con Rehegoo?
Bene, sono entusiasta di lavorare insieme al vostro team per far sì che molte persone possano ascoltare e perchè no, anche sperimentare il mio stile musicale #YachiMusic.

Qual è il più grande risultato della tua carriera raggiunto finora?
Essere uno dei primi musicisti scelti delle Nazioni Unite per la campagna gender “HeForShe” in Zambia.

Qual è stato il tuo più grande ostacolo?
Quello di riuscire con la mia musica a raggiungere un pubblico più ampio. Ci tengo davvero a diffondere il messaggio che sta dietro alle mie canzoni il più possibile.

Qual è il migliore e il peggiore concerto live mai fatto?
Stanbic Music Festival, esibirsi al fianco dei Boy II Men è stato senza dubbio il mio miglior concerto, è stata un’emozione unica! Per adesso non ho avuto nessuna brutta esperienza sul palco, per fortuna!

Qual è il tuo momento migliore e peggiore che hai vissuto con i tuoi fan?
Non ho vissuto nessun momento negativo con i miei fan per adesso. Ho sempre avuto esperienze positive e piacevoli. Chiamo tutti i miei fan “Majesties”, ovvero “maestosi”, per sottolineare quanto io mi senta legato a loro e quanto siano importanti per il mio percorso come artista. Vedere i loro occhi illuminarsi quando mi vedono o mentre mi guardano suonare mi ricorda sempre di non dare mai per scontato il potere della musica e le emozioni che crea.

Qual è la tua canzone preferita tra quelle che hai scritto?
Non ho una canzone preferita. Le mie canzoni sono come i miei figli, non posso scegliere il mio figlio preferito, li amo tutti alla stessa maniera.

Scopri di più su Mumba Yachi:
Youtube: https://www.youtube.com/channel/UCXSm6O9zVLfbYb9KFAsKgnA
Facebook: https://www.facebook.com/mumba.yachie/
Instagram: https://www.instagram.com/officialmumbayachi/
Spotify: https://open.spotify.com/artist/3kn4gPzyX5oJWXUjbnJ1GT?si=rzC1QMQNRDquNszdtOUhLw