Pauline Mancini

Q&A with Artists



Come descriveresti il tuo stile?
Il mio stile è onesto e spontaneo; amo parlare di tutto ciò che mi tocca e mi scaturisce ogni genere di emozione!

Perché fai quello che fai?
La musica è un mio modo per esprimere i miei sentimenti e le mie emozioni. È molto difficile per me comprendere quello che sento e il processo di creare musica mi aiuta a dare un nome ad ogni emozione e mi fa sempre sentire meglio! Per questo ci tengo a condividere questa passione con persone di tutto il mondo e spero che la mia musica possa aiutare qualcuno tanto quanto aiuta me.

Ambizione o talento: cosa conta di più per te?
È difficile scegliere, perché penso che entrambi siano molto importanti. Tuttavia il talento è ovviamente la cosa più importante per me. Al giorno d’oggi, con internet, le persone possono facilmente trovare canzoni di artisti di talento provenienti da tutto il mondo e condividerle facilmente. Se si possiede il talento per creare una canzone di qualità e in grado di fare presa sugli ascoltatori, è un ottimo inizio per avere successo nel mondo della musica! Ecco perchè penso che il talento innato sia un valore inestimabile per far sbocciare la carriera di un’artista.

Cosa ti ispira a creare musica?
Le esperienze di vita che ho avuto e che vivo ogni giorno sono la mia più grande fonte di ispirazione. Ci sono momenti in cui entro in contatto con delle situazioni che mi scatenano qualcosa dentro e che mi portano a prendere in mano la chitarra e ad iniziare a scrivere. Ho sempre tantissime melodie nella mia testa e non passa giorno in cui non suoni la chitarra almeno una volta!

Come hai trovato il processo di scouting di Rehegoo?
Mi sono trovata molto bene! Mi sono subito sentita a mio agio con tutto il team! Sono stati sempre molto gentili e hanno risposto a tutte le mie domande. Mi sento molto supportata da Rehegoo e soprattutto mi sento libera di esprimermi come più mi piace attraverso la mia musica.

Come ti sei sentita quando hai firmato il contratto con Rehegoo?
Mi sono sentita su di giri! È un traguardo e una gran soddisfazione per me come artista sapere che un gruppo di professionisti ama e crede nel tuo talento. È così bello avere questo tipo di supporto e mi ha fatto sentire ancora più motivata a realizzare nuove canzoni!

Qual è il più grande risultato che hai raggiunto nella tua carriera musicale finora?
Avere la possibilità di poter scrivere, comporre e produrre le mie canzoni da sola! Ho lavorato duramente per imparare tutto quello che so e sto ancora imparando! Ma essere in grado di ricreare esattamente ciò che sento nella mia testa è la migliore sensazione di sempre! Sono molto orgogliosa di me stessa per aver potuto imparare a fare tutto da sola.

Qual è stato il tuo più grande ostacolo?
A volte mi sento come se potessi essere il mio più grande nemico! Essere un’ artista indipendente non è sempre facile, ci sono molti alti e bassi e ci si può sentire senza speranza molto facilmente! Credo che la mia mente sia stata il mio più grande ostacolo, ma ho anche scoperto quanto sono forte e determinata e sono molto grata per i momenti difficili, perché è così che imparo sempre di più. E ogni difficoltà si trasforma sempre in una bella canzone!

Qual è il miglior e il peggiore concerto che tu abbia mai suonato?
Il mio miglior concerto è stato probabilmente l’anno scorso durante l’estate! Era passato molto tempo dall’ultima volta che ho suonato dal vivo e per questo ero al settimo cielo! C’era un sacco di gente ad ascoltarmi e questo mi ha resa molto felice!

Il peggior concerto che abbia mai fatto è stato anni fa in un bar. Un amico chitarrista è venuto a suonare con me e mi è sembrato che tutto andasse storto quella sera! Il mio cavo della chitarra ha smesso di funzionare nel bel mezzo dello spettacolo, poi il mio amico ha fatto cadere la sua chitarra e ha ripreso a suonare senza accordarla. Risultato? Ha suonato stonata per un’intera canzone!
Io ho continuato ad andare avanti come se tutto fosse sotto controllo, ma dentro la mia testa stavo urlando “AIUTO!” Mi sentivo persa e non sapevo cosa fare, ma ora, se ci ripenso, è stato un momento esilarante ed ho imparato una lezione utile, quella di accordare sempre il mio strumento, soprattutto dopo una caduta!

Qual è il momento migliore e peggiore che hai vissuto con i tuoi fan?
Mi piace sempre incontrare e passare del tempo con la gente che mi ascolta dopo i miei spettacoli! Alcuni di loro vengono ad ogni mio concerto e mi sostengono da tantissimo tempo.

È capitato che alcuni di loro mi abbiano portato dei regali ed è sempre un momento toccante! Ma la cosa che preferisco è quando mi scrivono delle lettere! Tengo sempre tutto e trovo sia un gesto davvero prezioso.
Non credo di aver vissuto un momento negativo con i miei fan, ma ho avuto qualche stalker online ed è stato piuttosto inquietante!

Qual è la tua canzone preferita tra quelle che hai scritto?
Direi che la mia canzone preferita è “1995”. Questa è una delle prime canzoni che ho scritto, parla di me e della mia sorella gemella e mi sta molto a cuore!

Scopri di più su *name of the artist*:
Instagram: www.instagram.com/PaulineMancini
Facebook: www.facebook.com/PaulineManciniMusic
Twitter: www.twitter.com/PaulineMancini1
Youtube: www.youtube.com/PaulineMancini